Costruzioni

Le costru­zio­ni com­ples­se o la sem­pli­ce mani­po­la­zio­ne di ogget­ti diver­si, saran­no ogget­to di par­te del nostro tem­po. Le cono­scen­ze si appren­do­no anche con le mani e con le altre par­ti del cor­po.

Le conoscenze si apprendono anche con le mani e con le altre parti del corpo.

Attraverso il con­tat­to con ogget­ti rac­col­ti, esa­mi­na­ti, smon­ta­ti, uti­liz­za­ti per costrui­re, assem­bla­ti per crea­re un qual­co­sa, il bam­bi­no miglio­ra la sua sen­si­bi­li­tà sen­so­ria­le e sco­pre quan­te cose nuo­ve può fare con le sue mani.

Non si può discu­te­re, né scri­ve­re né dise­gna­re sen­za pro­vo­ca­zio­ne: e le pro­vo­ca­zio­ni sono date dai fat­ti con­cre­ti, così diver­si da quel­li sol­tan­to imma­gi­na­ti, che cat­tu­ra­no l’attenzione sul loro vero suc­ce­de­re. Quali imma­gi­ni rea­li e qua­li modi di guar­da­re ci sono die­tro paro­le come «l’acqua è pas­sa­ta nel­la sab­bia», «l’acqua può pas­sa­re da tut­te le par­ti se ci sono i pas­sag­gi»?”1

Discutere su una solu­zio­ne rea­liz­za­ta mate­rial­men­te spo­sta in avan­ti la rifles­sio­ne e la con­sa­pe­vo­lez­za e si dan­no mag­gio­ri pos­si­bi­li­tà a tut­ti di tro­va­re l’approccio giu­sto alle atti­vi­tà sco­la­sti­che.

“Maria Montessori [nell’affinare la pren­sio­ne, edu­ca­re il tat­to e l’intelligenza del­le mani] rima­ne una mae­stra anco­ra insu­pe­ra­ta quan­do affer­ma che: «la mano è quell’organo fine e com­pli­ca­to nel­la sua strut­tu­ra, che per­met­te all’intelligenza non solo di mani­fe­star­si, ma di entra­re in rap­por­ti spe­cia­li con l’ambiente: l’uomo, si può dire, pren­de pos­ses­so dell’ambiente con la sua mano e lo tra­sfor­ma sul­la gui­da dell’intelligenza»”.2

  1. N. MALDERA, Lavorare con i bam­bi­ni, in F. ALFIERI, M. ARCÀ e P. GUIDONI (a cura di), Il sen­so di fare scien­ze. Un esem­pio di media­zio­ne tra cul­tu­ra e scuo­la, Bollati Boringhieri, Torino, 1995, p. 436.
  2. M. MONTESSORI, Il segre­to dell’infanzia, Garzanti, Milano 1970, pag. 97, cita­ta in A. BOBBIO, Bambini…, cit., p. 186.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*