Linee guida

Con ‘linee gui­da’ inten­dia­mo rife­rir­ci ad alcu­ni prin­ci­pi base facen­ti par­te dell’azione edu­ca­ti­va pro­mos­sa in LiberaBimbi. L’attuazione del­le linee gui­da, da par­te degli ope­ra­to­ri, garan­ti­sce un ele­va­to stan­dard di qua­li­tà peda­go­gi­ca offer­to dal­la strut­tu­ra.

Attività moto­ria Promuovere l’atti­vi­tà moto­ria nel­le bam­bi­ne e nei bam­bi­ni è uno dei capi­sal­di di LiberaBimbi. Il movi­men­to è essen­zia­le per lo svi­lup­po moto­rio e il gio­co è la moda­li­tà con cui essi si espri­mo­no al meglio, oltre a favo­ri­re l’acquisizione di abi­tu­di­ni di vita sane. Praticare una pia­ce­vo­le e sti­mo­lan­te atti­vi­tà moto­ria è con­di­zio­ne neces­sa­ria affin­ché il bam­bi­no si diver­ta e desi­de­ri ripe­te­re l’esperienza. Essa rap­pre­sen­ta, inol­tre, una del­le leve più for­ti ver­so la salu­te, la socia­liz­za­zio­ne, la sco­per­ta di se stes­si e la lot­ta alla seden­ta­rie­tà, al fine di pre­ve­ni­re l’obesità infan­ti­le e i rischi con­nes­si di gra­vi malat­tie come dia­be­te, iper­ten­sio­ne, infar­to, ictus.

Spazio alle poten­zia­li­tà I bam­bi­ni sono dota­ti di risor­se intel­let­ti­ve, affet­ti­ve e rela­zio­na­li pres­so­ché infi­ni­te. Essi tro­ve­ran­no in LiberaBimbi lo spa­zio e la liber­tà neces­sa­rie per espri­me­re que­sto loro enor­me patri­mo­nio e poter svi­lup­pa­re le loro straor­di­na­rie poten­zia­li­tà di appren­di­men­to e di cam­bia­men­to, sen­ten­do­si rispet­ta­ti e valo­riz­za­ti nel­la pro­pria iden­ti­tà, uni­ci­tà e dif­fe­ren­za e nei tem­pi di cre­sci­ta di cia­scu­no.

Metodo scien­ti­fi­co Il bam­bi­no avrà l’occasione di fare tan­te cose con il tem­po giu­sto. Quel rit­mo che con­sen­te l’osservazione atten­ta, la spe­ri­men­ta­zio­ne, l’attesa per capi­re bene ripe­ten­do l’azione più di una vol­ta, lo scam­bio di opi­nio­ni, ecc. Si pos­so­no osser­va­re i feno­me­ni natu­ra­li con i bam­bi­ni e lascia­re a loro la gio­ia e la sod­di­sfa­zio­ne di sco­pri­re le varie pro­prie­tà degli ele­men­ti.

Ascolto Un atteg­gia­men­to atti­vo di ascol­to ver­so i bam­bi­ni è pre­mes­sa di ogni buo­na rela­zio­ne edu­ca­ti­va. L’ascolto è un modo di por­si spe­cia­le, non­ché dif­fi­ci­le da rea­liz­za­re, che avvi­ci­na la rifles­sio­ne, l’accoglienza e l’apertura ver­so di sé e ver­so l’altro. L’ascolto atti­vo è con­di­zio­ne impre­scin­di­bi­le al dia­lo­go e al cam­bia­men­to. LiberaBimbi si assu­me l’impegno di favo­ri­re l’ascolto nel­le diver­se sue for­me.

Dialogo Il dia­lo­go favo­ri­sce le rela­zio­ni. In LiberaBimbi vivia­mo un tem­po meno com­pres­so e più a misu­ra di bam­bi­no, in cui anche l’attesa acqui­sta valo­re e signi­fi­ca­to come momen­to per dia­lo­ga­re, sedi­men­ta­re le espe­rien­ze, favo­ri­re il silen­zio e l’immaginazione. Con que­sto cli­ma, la comu­ni­ca­zio­ne avrà più occa­sio­ni per instau­rar­si. Ci tenia­mo a riba­di­re che rite­nia­mo impor­tan­ti tut­ti i lin­guag­gi, ver­ba­le e non ver­ba­le, accre­di­tan­do loro pari digni­tà.

Capacità cri­ti­ca Riteniamo dav­ve­ro impor­tan­te abi­tua­re i nostri pic­co­li ospi­ti, fin dal­la più tene­ra età, a svi­lup­pa­re capa­ci­tà rifles­si­ve e cri­ti­che nei con­fron­ti dei diver­si temi con cui ven­go­no a con­tat­to, in modo che il bam­bi­no gra­dual­men­te si tra­sfor­mi da recet­to­re pas­si­vo di mes­sag­gi, a sog­get­to in gra­do di fil­tra­re l’informazione attra­ver­so una pro­pria rete di giu­di­zio. Acquisire una capa­ci­tà cri­ti­ca aiu­ta a limi­ta­re il peri­co­lo di dive­ni­re ogget­to di faci­li mani­po­la­zio­ni.

Autonomia Desideriamo lasciar fare al bam­bi­no affin­ché comin­ci a rag­giun­ge­re l’autonomia nel­le pic­co­le cose e via via in quel­le più com­ples­se. Sarà sog­get­to ad erro­ri: ma quan­te cose si impa­ra­no sba­glian­do! In que­sta len­ta acqui­si­zio­ne, i bam­bi­ni, impa­re­ran­no a valu­ta­re e a valu­tar­si e a pren­de­re deci­sio­ni con sem­pre mag­gio­re sicu­rez­za.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*