Scuola condivisa…

Cosa inten­dia­mo per scuo­la con­di­vi­sa?

Desideriamo che la scuo­la fun­ga da pun­to d’incontro non solo dei bam­bi­ni, ma anche del­le loro fami­glie. Senza alcun obbli­go; cia­scu­no con­di­vi­de quel­lo che può e vuo­le e dà il tem­po che sen­te. Capiamo quan­to tut­ti sie­te tan­to impe­gna­ti! E cia­scu­no sarà rispet­ta­to in egua­le misu­ra a pre­scin­de­re dal­la dispo­ni­bi­li­tà con­ces­sa.
La par­te­ci­pa­zio­ne alla scuo­la può avve­ni­re in for­me diver­se:

o Il tem­po del tè. All’uscita da scuo­la è pos­si­bi­le trat­te­ner­si con il pro­prio bim­bo o con gli altri geni­to­ri, oppu­re al mat­ti­no all’entrata. Proponiamo di chia­mar­lo il tem­po del tè. Vorremo fos­se un momen­to di stac­co dal­la fre­ne­sia quo­ti­dia­na;

o Aiuto. I com­po­nen­ti del­la fami­glia del bam­bi­no iscrit­to, pos­so­no dare una mano nei lavo­ri quo­ti­dia­ni veden­do­si decur­ta­ta una par­te del­la ret­ta in misu­ra del pro­prio con­tri­bu­to…;

o Risorse distri­bui­te. Gli adul­ti che han­no par­ti­co­la­ri capa­ci­tà, spe­ci­fi­che com­pe­ten­ze, hob­by o altro e voglio­no met­ter­le a dispo­si­zio­ne di tut­ti i bam­bi­ni si fac­cia­no avan­ti…;

o Incontri. Ci saran­no incon­tri indi­vi­dua­li con l’insegnante, ma anche col­let­ti­vi. Si pos­so­no orga­niz­za­re tan­te ini­zia­ti­ve di grup­po in ora­rio extra sco­la­sti­co…;

o E altro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*